Il percorso, interamente segnalato, tocca strade provinciali e comunali dove vige il regolamento del codice della strada (quindi il partecipante non godrÓ di privilegi nei confronti degli altri veicoli estranei alla manifestazione), sentieri e strade vicinali dove vigono i regolamenti locali (parchi, proprietÓ private, leggi sull'ambiente).
Ogni trasgressione renderÓ il partecipante personalmente responsabile del risarcimento dei danni causati a persone, animali, cose durante la manifestazione che avrÓ inizio alla partenza e sarÓ dichiarata conclusa a premiazione avvenuta.
Nel caso che la trasgressione sia punita di ammenda da parte dell'autoritÓ competente essa comporterÓ l'automatica squalifica dalla manifestazione.
L'organizzazione di comune accordo con la giuria si riserva la facoltÓ di escludere dalla competizione gli atleti che a proprio giudizio, terranno un comportamento scorretto nel confronto di altri concorrenti, del pubblico o in trasgressione al codice stradale o che non rispetteranno il regolamento.
Sul percorso saranno istituiti alcuni punti di controllo a garanzia del regolare svolgimento della gara e del comportamento degli atleti. Qualsiasi taglio di percorso comporterÓ l'immediata esclusione dell'atleta dalla manifestazione.
Gli atleti devono rispettare la natura e non devono abbandonare il percorso ufficiale. Avranno cura di non sporcare e non lasciare alcun rifiuto dopo di loro.
Il casco Ŕ obbligatorio su tutto il percorso.

Si accettano solo reclami scritti, accompagnati dalla quota di Euro 50,00 che sarÓ restituita in caso di accoglimento del reclamo.
La competizione avrÓ luogo con qualsiasi condizione di tempo.
L'organizzazione declina ogni responsabilitÓ verso persone o cose, prima, durante e dopo la manifestazione.

Per i tesserati: per quanto non contemplato, e per l'aspetto sportivo, vigono il regolamento del "Circuito delle 3 Province 2005" e il regolamento tecnico MTB Nazionale.

** PubblicitÓ **